ASGI

Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione
 
 
Indietro
 
 
08.06.2009

Corte Costituzionale : non e' in suo potere modificare le sanzioni previste dal legislatore

 
La Corte Costituzionale ha ribadito che, nell'ambito del giudizio di legittimitÓ sulle leggi, non pu˛ in alcun caso spingersi a rimodulare le sanzioni previste dal legislatore, pena un'indebita invasione ai danni del potere legislativo.
 
 
Manifesta inammissibilità della questione di illegittimità costituzionale dell'art. 13, comma 13, del D.Lgs. 286/1998, nella parte in cui prevede la pena della reclusione da uno a quattro anni per lo straniero espulso che rientri nel territorio dello Stato senza la speciale autorizzazione del Ministro dell'interno sollevate in riferimento agli artt. 3 e 27, terzo comma, della Costituzione.


Corte Costituzionale, ordinanza del 6 maggio 2009, n. 156.
 
» Torna alla lista